Passa ai contenuti principali

È una di quella belle giornate



È una di quella belle giornate sospese, fra l’autunno e l’inverno, e mi fa venire voglia di stare a casa, cucinare qualcosa di buono e guardare un bel film romantico alla televisione.
Ma siccome mi tocca andare al lavoro (ebbene sì, questo post è programmato!), perché altrimenti non si porta il pane a casa, mi consolo con una bella canzone in attesa del tanto sospirato fine settimana!

Commenti

Elettra R. ha detto…
Come ti capisco, per me ora comincia l'incubo: il terribile mese di dicembre, dove nell'ipermercato in cui lavoro, caleranno orde di barbari per gli accaparramenti di natale... aiutoooo!
Ciao.
MadMath ha detto…
prenditi una pausa con una poesia di antonia pozzi (a breve le avrò distribuite tutte ^^ )
Pausa
Mi pareva che questa giornata
senza te
dovesse essere inquieta,
oscura. Invece è colma
di una strana dolcezza, che s'allarga
attraverso le ore –
forse com'è la terra
dopo uno scroscio,
che resta sola nel silenzio a bersi
l'acqua caduta
e a poco a poco
nelle più fonde vene se ne sente
penetrata.
La gioia che ieri fu angoscia,
tempesta –
ora ritorna a brevi
tonfi sul cuore,
come un mare placato:
al mite sole riapparso brillano,
candidi doni,
le conchiglie che l'onda
lasciò sul lido.
7 dicembre 1934
Olivia Hessen ha detto…
@Elettra R
Scusa tesoro mi era sfuggito il tuo commento!
Olivia Hessen ha detto…
@MadMath
Piacere di averti sul mio blog e grazie per il consiglio.
Vedrò di scoprire chi è Antonia Pozzi!

Post popolari in questo blog

Segnalazione del romanzo giallo "Giallo solidago" di Simone Censi

La copertina anni 90